Ti trovi in:

Rifiuti urbani

Immagine decorativa

La raccolta differenziata viene eseguita per i rifiuti umido organico, secco non riciclabile, carta, plastica, vetro, alluminio e banda stagnata, farmaci, pile e rifiuti domestici pericolosi. L'uso del composter permette inoltre l'auto smaltimento presso le famiglie della frazione umida biodegradabile dei rifiuti solidi urbani.

La corretta separazione dei rifiuti ed il conferimento degli stessi negli appositi contenitori determina un beneficio per l'ambiente, una riduzione di occupazione dello spazio nelle discariche, una maggiore possibilità di recupero dello scarto. Le modalità di conferimento e raccolta dei rifiuti richiedono però particolare attenzione per poter raggiungere gli obiettivi prefissati.

Consulta di seguito la GUIDA che illustra come separare correttamente i tuoi rifiuti: segui le indicazioni e i consigli per imparare a ridurre i rifiuti prodotti e migliorare resa e qualità della nostra raccolta differenziata diminuendo così il volume del rifiuto secco residuo.

Si rimanda alla sezione dedicata del SITO della COMUNITA'.

Immagine decorativa

Si informa che l’attività di combustione scarti vegetali può essere svolta solo nel periodo: dal 1 ottobre al  15 aprile di ogni anno nella fascia oraria compresa tra le ore 7.00 e le ore 18.00 nel rispetto delle prescrizioni di cui alla nuova ordinanza sindacale prot. n. 8/2019.

Ai fini della comunicazione relativa allo smaltimento di scarti vegetali di originale agricola mediante combustione è necessario presentare il modulo allegato direttamente all'Ufficio protocollo c/o ex Colonia Pavese:

  • dal lun. al giov. dalle 9.00 alle 12.30
  • il venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00

oppure, inviarlo da posta elettronica semplice all'indirizzo email comune@comune.nago-torbole.tn.it, allegando copia del documento d'identità.

Di seguito gli orari invernali di apertura del nuovo centro di raccolta differenziata dei rifiuti in loc. Mala.

Centro Raccolta Giorno Orario  
Centro raccolta materiali Mala lunedì 9.00 - 12.00  
martedì 9.00 - 12.00  
mercoledì 9.00 - 12.00 14.00 - 17.00
giovedì 9.00 - 12.00  
venerdì 9.00 - 12.00  
sabato 9.00 - 12.00 14.00 - 17.00
Immagine decorativa

Le manifestazioni a carattere pubblico, legate alla somministrazione di cibi e bevande, possono promuovere e diffondere buone pratiche di riduzione e gestione dei rifiuti, fornendo un valore aggiunto nel sostenere la salvaguardia ed il rispetto dell'ambiente. 

  • Comunità Alto Garda e Ledro - Servizio di tutela Ambientale tel 0464 571722 e 571741, o per email all’indirizzo tecnico@altogardaeledro.tn.it
  • Ufficio tributi comunale 0464 549534
  • L'appaltatore del servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani e assimilati è SEA (Soluzioni eco ambientali), con sede in via Aiassa 23 a Villanova Canavese (TO). L’indirizzo di email dedicato è capocantiere.agl@seaeco.it; il numero verde è 351 2087537.

    Il numero verde, attivo dal lunedì al sabato dalle 9 alle 15, consente di ricevere informazioni da rete mobile e fissa sul servizio di raccolta (segnalazioni per mancata raccolta, calendario delle raccolte e così via), a disposizione di tutti gli utenti sul territorio della Comunità.

Con ordinanza sindacale n. 22 del 04.04.2017 è stato istituito, per il periodo 01 giugno al 15 settembre, dalle ore 00,00 alle 24,00. il divieto di condurre cani sulle spiagge e nelle zone di balneazione presenti nell'area pubblica della “fascia lago”.

In linea con quanto deciso a livello di Comunità di Valle, il Comune di Nago-Torbole ha adottato l'Ordinanza chiamata a regolamentare in modo unitario la lotta alla zanzara tigre, stabilendo una serie di linee guida che fa sintesi di quanto appreso in anni di esperienza. L'Ordinanza vale dal 1 aprile al 31 ottobre di ogni anno.LE LINEE GUIDAAlla cittadinanza, gli amministratori condominiali e i titolari di attività economiche in...
La Processionaria del Pino (Thaumetopaea pityocampa) è una farfalla (lepidottero defogliatore) diffusa in tutta l’Europa meridionale che attacca soprattutto il pino silvestre e il pino nero. In Trentino è presente nel fondovalle fino circa alla quota di 1000 m. s.l.m. e negli ultimi anni sono numerose le segnalazioni anche a Trento.Sta espandendo il suo areale di diffusione a seguito dei cambiamenti climatici in atto. Presenta una...
La zecca è un parassita la cui presenza negli ultimi anni è andata aumentando. Infatti i cambiamenti climatici hanno consentito lo sviluppo di questo insetto oramai fino a quote elevate.La zecca può portare malattie infettive quali la TBE (encefalite virale trasmessa da zecche) e il morbo di Lyme. L'Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari è impegnata ormai da anni nel fornire informazioni sulla presenza dell'insetto, sulle modalità...
di Giovedì, 28 Novembre 2019
Immagine decorativa

La Comunità di Valle Alto Garda e Ledro informa che sono cambiati i contatti in merito al servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani e assimilati, alle raccolte differenziate e ai servizi accessori.

L’appaltatore è SEA (Soluzioni eco ambientali), con sede in via Aiassa 23 a Villanova Canavese (TO). L’indirizzo di email dedicato è capocantiere.agl@seaeco.it; il numero verde è 351 2087537.

Il numero verde, attivo dal lunedì al sabato dalle 9 alle 15, consente di ricevere informazioni da rete mobile e fissa sul servizio di raccolta (segnalazioni per mancata raccolta, calendario delle raccolte e così via), a disposizione di tutti gli utenti sul territorio della Comunità.

Il Servizio tutela ambientale e gestione del territorio della Comunità di Valle rimane a disposizione contattando gli uffici di via Rosmini 5 a Riva del Garda ai numeri di telefono 0464 571722 e 571741, o per email all’indirizzo tecnico@altogardaeledro.tn.it.


di Giovedì, 28 Novembre 2019
Immagine decorativa

Sul sito web Trentinosalute.net è disponibile la brochure «Avvelenamenti. Conoscerli per proteggere i nostri animali e noi stessi».

La brochure riporta informazioni sul fenomeno degli avvelenamenti, sulle sostanze tossiche più utilizzate e sulle modalità operative da adottare in caso di sospetto avvelenamento di un animale e del rinvenimento di sospette esche avvelenate.

Predisposta dalla Provincia in collaborazione con l’Istituto zooprofilatttico sperimentale della Venezie e dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari, è disponibile nella sezione «Pubblicazioni» del sito web www.trentinosalute.net, cliccando su «2019».

Clicca qui per accedere direttamente alla brochure


di Venerdì, 25 Ottobre 2019
Immagine decorativa

La percezione comune considera la combustione domestica della legna una pratica tradizionale, quasi naturale, quindi innocua per la salute. Le evidenze scientifiche mostrano invece che le emissioni di polveri fini e composti tossici dei piccoli apparecchi a legna (caminetti, stufe, inserti) sono molto rilevanti: in molte zone questa è la principale sorgente inquinante per l’aria che si respira.

La campagna di comunicazione Brucia bene la legna. Non bruciarti la salute intende fornire al vasto pubblico informazioni e indicazioni utili sul corretto comportamento da adottare nei confronti dell’utilizzo corretto della legna per il riscaldamento.

Tale iniziativa è stata promossa dall'Agenzia provinciale per la protezione dell'ambiente (APPA), dalla Provincia Autonoma di Trento e dalle altre Regioni italiane partner del progetto europeo LIFE PREPAIR www.lifeprepair.eu (apre il link in una nuova finestra) (apre il link in una nuova finestra) (apre il link in una nuova finestra) - Facebook: lifeprepair.

Guarda il video "Bruciare bene la legna: le 5 regole d'oro" disponibile sul canale Youtube di progetto.

Consulta il relativo materiale informativo:

Pieghevole "10 consigli per una corretta gestione di stufe e camini"

Brochure "Brucia bene la legna. Non bruciarti la salute"

di Martedì, 08 Ottobre 2019
Immagine decorativa

Si ricorda dal 1 ottobre al  15 aprile, nella fascia oraria compresa tra le ore 7.00 e le ore 18.00 e nel rispetto delle prescrizioni di cui alla nuova ordinanza sindacale prot. n. 8/2019, può essere svolta l’attività di combustione scarti vegetali.

Ai fini della comunicazione relativa allo smaltimento di scarti vegetali di originale agricola mediante combustione è necessario presentare il modulo allegato direttamente all'Ufficio protocollo c/o ex Colonia Pavese:

  • dal lun. al giov. dalle 9.00 alle 12.30
  • il venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00

oppure, inviarlo da posta elettronica semplice all'indirizzo email comune@comune.nago-torbole.tn.it, allegando copia del documento d'identità.

Modulo scarti vegetali 142,94 kB

di Mercoledì, 28 Agosto 2019
Immagine decorativa

Il D.L. 230/2017 impone l’obbligo di denuncia (a titolo gratuito) degli esemplari in possesso e il divieto di riproduzione e commercializzazione. L’OBBLIGO DI DENUNCIA SCADE IL 31 AGOSTO 2019
Per saperne di più e per scaricare il modulo per la denuncia: http://www.areeprotette.provincia.tn.it/SPECIE_INVASIVE/

Se si allevano in casa esemplari di tartaruga palustre americana, si può scegliere se continuare a tenerli, dopo averne denunciato il possesso, o consegnarli al Servizio Sviluppo sostenibile e Aree protette della Provincia Autonoma di Trento, che provvederà a sua volta alla consegna a idonea struttura (consegne ogni lunedì dalle 9 alle 14 a Trento in Via Guardini, 75 - 8° piano, previa accordo telefonico al numero 0461 497885).

Se la tartaruga palustre americana abbandona l’ambiente domestico e raggiunge quello naturale è in grado di causare gravi danni alla biodiversità; dovendo procurarsi autonomamente il cibo, infatti, diventa un vorace predatore di anfibi, pesci, insetti e uova, incidendo pesantemente sulla vita delle specie locali.

Per salvaguardare la preziosa biodiversità dei nostri laghi e corsi d’acqua è assolutamente necessario assicurarsi che questi animali rimangano in ambito domestico e non vengano mai in contatto con gli ambienti naturali.
Migliaia però sono purtroppo i rilasci intenzionali di tartarughe nei corsi d’acqua, da parte di cittadini stanchi di accudirle, nonostante l’abbandono di queste specie in natura, in laghetti o fontane costituisca un reato punito dal decreto 230/2017 e dall’articolo 727 del codice penale.

di Giovedì, 27 Giugno 2019
Immagine decorativa

Nel mese di maggio è stato avviato il “Piano zanzara tigre 2019”, che vede impegnate le sette municipalità dell'ambito (Riva del Garda, Arco, Nago-Torbole, Tenno, Ledro, Dro, Drena), in qualità di autorità preposte alle tematiche di carattere sanitario, la Rete di Riserve Alpi Ledrensi, con il coordinamento e il sostegno della Comunità dell'Alto Garda e Ledro, e attraverso l’incarico alla Fondazione Museo Civico di Rovereto per i monitoraggi e i controlli con larvicida biologico. 

Ulteriori importanti contributi necessari alla buona riuscita del “Piano zanzara tigre 2019” vengono dati dal SOVA-Servizio per l’Occupazione e la Valorizzazione Ambientale della Provincia autonoma di Trento e dalla Polizia Locale Intercomunale Alto Garda e Ledro.

Il problema relativo alla presenza della zanzara tigre assume, nell'ambito del territorio della Comunità Alto Garda e Ledro, connotazioni di rilevante interesse e devono essere adottate le iniziative possibili ed effettivamente necessarie, atte ad evitare una sua maggiore diffusione.

Il disagio che può essere arrecato alla cittadinanza deriva dalla prevalente attività “ematofaga” nelle ore diurne esponendo in primis le categorie professionali che operano all’aperto (agricoltori, maestranze edili, operatori del turismo, ecc.) e le persone naturalmente più fragili quali bambini, anziani e coloro costituzionalmente più sensibili. Nel periodo estivo potrebbe risultare disagevole in alcune zone la permanenza all’aperto e la pratica delle attività outdoor, se non applicando preparati repellenti e protettivi. Inoltre, la potenzialità della trasmissione di virus da parte della zanzara tigre (Aedes albopictus) la connota quale specie d’interesse sanitario, il mantenimento delle cui popolazioni a bassi livelli di densità risulta necessario a impedire la circolazione delle malattie.

Il Piano 2019 è ispirato alle indicazione espresse dal “Tavolo di coordinamento zanzara tigre e zanzare invasive” istituito nel 2017 con delibera della Giunta provinciale n. 696 del 05.05.2017 e coordinato dalla Fondazione Edmund Mach (FEM), al fine di coordinare le migliori strategie di mitigazione e controllo della zanzara tigre e delle altre zanzare invasive su tutto il territorio provinciale, in considerazione delle ricadute sia sotto il profilo sociale, turistico che di tipo sanitario.

Attenzione!

E’ indispensabile che la lotta all’insetto sia condotta anche dai privati nelle loro aree. Infatti la mancata manutenzione ordinaria degli spazi verdi privati può vanificare l’attività di disinfestazione operata dall’Amministrazione comunale. Realisticamente l’eliminazione di tale insetto non è perseguibile ma è possibile rallentare significativamente l’estensione dei focolai attuando anche nelle aree private delle semplici e periodiche operazioni.

Ordinanza sindacale n. 15 dell'08.05.2018: linee guida alla lotta alla zanzara tigre

Opuscolo informativo della Provincia autonoma di Trento

Per ulteriori informazioni:

www.apss.tn.it

www.fmach.it

www.muse.it

http://newsletter.iss.it/zanzare/

www.fondazionemcr.it

www.zanzara.fondazionemcr.it

di Martedì, 28 Maggio 2019
Immagine decorativa

Il Comune informa di seguito i cittadini sul nuovo Piano Emergenza Sicurezza Sistema Elettrico (PESSE).

Cos'è il PESSE?

Qui potrete trovare tutte le informazioni relative alla propria utenza disposte dal distributore competente del Comune e se il PESSE è attivo nella zona di appartenenza.

Qui tutte le informazioni su Terna

di Giovedì, 28 Febbraio 2019
Immagine decorativa

Si informa che l’attività di combustione scarti vegetali può essere svolta solo nel periodo: dal 1 ottobre al  15 aprile di ogni anno nella fascia oraria compresa tra le ore 7.00 e le ore 18.00 nel rispetto delle prescrizioni di cui alla nuova ordinanza sindacale prot. n. 8/2019.

Ai fini della comunicazione relativa allo smaltimento di scarti vegetali di originale agricola mediante combustione è necessario presentare il modulo allegato direttamente all'Ufficio protocollo c/o ex Colonia Pavese:

  • dal lun. al giov. dalle 9.00 alle 12.30
  • il venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00

oppure, inviarlo da posta elettronica semplice all'indirizzo email comune@comune.nago-torbole.tn.it, allegando copia del documento d'identità.

di Giovedì, 13 Dicembre 2018
Immagine decorativa

Di seguito gli orari invernali di apertura del nuovo centro di raccolta differenziata dei rifiuti in loc. Mala.

 

Il Giorno Mattino Pomeriggio
Lunedì 9.00-12.00  
Martedì 9.00-12.00  
Mercoledì 9.00-12.00 14.00-17.00
Giovedì 9.00-12.00  
Venerdì 9.00-12.00  
Sabato 9.00-12.00 14.00-17.00
di Mercoledì, 21 Novembre 2018
Immagine decorativa

Il Comune comunica che anche quest’anno è possibile fare richiesta per ottenere il Bonus Energia, il Bonus Sociale dello Stato per risparmiare sulle bollette di luce e gas. Queste tipi di agevolazioni sono rivolti alle famiglie (e ad i singoli cittadini) in disagio economico o alle famiglie numerose.

Per quanto riguarda il Bonus Elettrico possono accedervi tutti coloro che necessitano apparecchiature perché affetti da grave malattia o che ospitano un soggetto affetto da malattia. Inoltre possono richiedere ed ottenere il bonus coloro che apportino una certificazione ISEE di 8.107,5 € per la generalità degli aventi diritto oppure 20.000 € per i nuclei familiari con più di tre figli a carico.

Per il Bonus Gas vigono le stesse regole viste sopra ed inoltre è ad appannaggio di tutti coloro che siano in possesso di un misuratore gas di classe non superiore a G6.

Vi rimandiamo a questo link per maggiori informazioni sulla normativa dell’autorità.

Il Bonus Energia è un’agevolazione statale che permette un risparmio diretto nelle bollette di luce e gas. Può essere richiesto da coloro che, soffrendo di determinate malattie o ospitando un malato, necessitano dell’utilizzo di particolari macchinari.

Inoltre, per quanto riguarda il Bonus Elettrico, fa fede l’ISEE. Nella fattispecie: di 8.107,5 € per la generalità degli aventi diritto oppure 20.000 € per i nuclei familiari con più di tre figli a carico.

La stessa cosa vale per il Bonus Gas che inoltre può essere richiesto dagli utenti in possesso di un misuratore gas di classe non superiore a G6.

Vi rimandiamo a questo link per maggiori informazioni sulla normativa dell’autorità.

Cos’è il Bonus Energia? Si tratta di un’agevolazione statale per risparmiare sulle bollette di luce e gas.

Da chi può essere richiesto? Da coloro i quali sono affetti da gravi malattie (o ospitano un malato) che necessitano l’utilizzo di particolari apparecchiature. Vi rimandiamo a questo link per maggiori informazioni sulle modalità di richiesta del Bonus.

Infine vi rimandiamo a consultare la Normativa dell’Autorità.

Questionario di valutazione
E' stata utile la consultazione della pagina?
E' stato facile trovare la pagina?

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam