Menu principale

Ti trovi in:

Home » Albo e atti » Documenti » Schede informative » Accesso civico generalizzato

Accesso civico generalizzato

di Giovedì, 26 Ottobre 2017 - Ultima modifica: Giovedì, 07 Novembre 2019

Il diritto di accesso civico generalizzato consiste, in sintesi, in un diritto di accesso non condizionato dalla titolarità di situazioni giuridicamente rilevanti ed avente ad oggetto i documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli per i quali è stabilito un obbligo di pubblicazione (art. 1, comma 1, lettera 0a) L.R. n. 10/2014 e s.m.)

Data di inizio pubblicazione 26/10/2017

Chi può richiedere

L’accesso generalizzato può essere presentato da chiunque. Infatti, non occorre possedere, né dimostrare, una specifica legittimazione soggettiva, e chiunque può presentare richiesta, anche indipendentemente dall’essere cittadino italiano o residente nel territorio dello Stato.

Dove rivolgersi

La richiesta di accesso generalizzato può essere presentata alternativamente:

  • al Servizio competente a detenere i documenti oggetto della richiesta;
  • all'URP-Protocollo, il quale, se non direttamente competente, provvede a trasmettere la richiesta ai Servizio di merito competenti.
Per informazioni telefonare
0464/549525
Quanto costa

Il rilascio di documenti in formato elettronico o cartaceo è gratuito, salvo il rimborso del costo effettivamente sostenuto e documentato dall’amministrazione per la riproduzione su supporti materiali.

Tempi di attesa

Il procedimento di accesso generalizzato deve concludersi con provvedimento espresso e motivato nel termine di 30 giorni dalla presentazione dell’istanza, con la comunicazione dell’esito al richiedente e agli eventuali controinteressati. 

Una volta ricevuta la domanda, laddove la richiesta di accesso generalizzato possa incidere su interessi connessi alla protezione dei dati personali, o alla libertà e segretezza della corrispondenza oppure agli interessi economici e commerciali (ivi compresi la proprietà intellettuale, il diritto d’autore e i segreti commerciali), l’ente destinatario della richiesta di accesso deve darne comunicazione ai soggetti titolari di tali interessi (cd. contointeressati). Il controinteressato ha tempo 10 giorni per presentare eventuali opposizioni, che verranno valutate alla luce della disciplina di legge (il termine per la conclusione del procedimento di 30 giorni è sospeso per i 10 giorni).

In caso di accoglimento della richiesta di accesso, il Comune trasmette tempestivamente al richiedente i documenti richiesti; se c’è stata opposizione da parte di un soggetto controinteressato, il Comune trasmette i documenti al richiedente solo dopo 15 giorni dalla comunicazione al controinteressato dell'accoglimento dell'accesso, salvi i casi di comprovata indifferibilità. In tal caso il controinteressato può presentare richiesta di riesame al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza oppure ricorrere al Difensore civico

In caso di diniego totale o parziale della richiesta di accesso o di mancata risposta entro il termine previsto, il richiedente può presentare:

Se l'accesso è stato negato o differito a tutela di interessi privati relativi alla protezione di dati personali, il Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza e il Difensore civico provinciale provvedono sentito il Garante per la privacy, che si pronuncia entro dieci giorni dalla richiesta. A decorrere dalla comunicazione al Garante, il termine per l'adozione del provvedimento da parte del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza e del Difensore civico provinciale è sospeso fino alla ricezione del parere del Garante e comunque per un periodo non superiore ai predetti dieci giorni.

Contro la decisione del Comune o contro la richiesta di riesame o il ricorso, il richiedente può proporre ricorso al Tribunale amministrativo regionale.

Come fare / Cosa fare

La domanda di accesso civico generalizzato, redatta preferibilmente compilando l’apposito modulo, può essere inoltrata:

  • telematicamente: all'indirizzo pec: comunenagotorbole@pec.it (da account pec)__all'indirizzo comune@comune.nago-torbole.tn.it (da account non pec)
  • con posta ordinaria: all'indirizzo: Comune di Nago-Torbole, Via G. Matteotti n. 33 38069 Nago-Torbole (TN)
  • direttamente all'Ufficio URP- protocollo: ubicato c/o il Parco Pavese a Torbole.

E’ importante che la domanda sia circostanziata e dettagliata, posta cioè in modo tale da individuare immediatamente il documento richiesto.

Note

L’accesso civico non sostituisce il diritto di accesso di cui all’articolo 32 della legge provinciale sull’attività amministrativa n. 23 del 30 novembre 1992; quest’ultimo infatti è uno strumento finalizzato a proteggere interessi giuridici particolari da parte di soggetti che sono portatori di un interesse diretto, concreto ed attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è chiesto l’accesso, e si esercita previa richiesta motivata attraverso la visione o l’estrazione di copia di documenti amministrativi.

Informazioni correlate:

Modulo

Modulo Accesso civico generalizzato. Richiesta di riesame.

In caso di diniego totale o parziale dell’accesso o di mancata risposta alla domanda di accesso civico generalizzato da parte del Responsabile del Servizio che detiene il documento, entro il...

Modulo Accesso civico generalizzato. Richiesta di accesso.

L' articolo 5 comma 2 del d.lgs. 14 marzo 2013 n. 33 come modificato dal d. lgs. 97/2016, ha introdotto il c.d. “accesso civico generalizzato” (FOIA). La L.R. n. 10/2014 e s.m. sul punto...
Questionario di valutazione
E' stata utile la consultazione della pagina?
E' stato facile trovare la pagina?

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam