Menu principale

Ti trovi in:

Home » Comune » Il Comune informa » Referendum ed iniziative di partecipazione popolare

Referendum ed iniziative di partecipazione popolare

di Giovedì, 20 Agosto 2015 - Ultima modifica: Giovedì, 22 Novembre 2018
Immagine decorativa

In questo spazio è possibile prendere visione delle eventuali proposte di legge di iniziativa popolare e dei referendum per i quali è in corso la raccolta delle firme. La raccolta avviene presso la Segreteria del Comune di Nago-Torbole in via Matteotti n. 33

nei seguenti orari di apertura al pubblico:

  • dal lunedì al giovedì dalle ore 9.00 alle ore 12.30
  • il venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00

Gli interessati possono presentarsi, muniti di un documento di identificazione in corso di validità, presso il suddetto ufficio, nel periodo indicato per ogni singola iniziativa referendaria o di partecipazione popolare.

Immagine decorativa
di Mercoledì, 21 Novembre 2018

Presso l'ufficio segreteria del Comune sono disponibili i moduli per le sottoscrizioni del progetti di legge di iniziativa popolare avente ad oggetto la possibilità di maturare contributi figurativi dal lavoro svolto nel periodo di alternanza scuola-lavoro durante il triennio scolastico

Iniziativa pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 261 del 9 novembre 2018, promotore il "Comitato Vivere il Diritto" costituito nell'ambito della classe 5^ AB dell'Istituto Tecnico Antonio Tambosi di Trento.

Scadenza raccolta firme: 9 aprile 2019

Per eventuali informazioni e dubbi: comitato.vivereildiritto@gmail.com 

Art. 1.
1. Lo Stato riconosce il valore universale del lavoro e garantisce il diritto all'istruzione quale fonte di crescita umana e culturale.
Art. 2.
1. Agli studenti del secondo ciclo di istruzione impegnati nelle attività di alternanza scuola lavoro disciplinata dai commi 33 - 43 dell'art.1 della legge 107/2015 (La Buona Scuola) sono riconosciuti i periodi di contribuzione figurativa relativa al servizio lavorativo effettivamente prestato in ottemperanza alle disposizioni legislative.
2. Gli oneri derivanti dall'attuazione del comma 1 sono posti a carico della fiscalità generale.