Ti trovi in:

Attività economiche » Modulistica » Esercizi extra-alberghieri

Esercizi extra-alberghieri

di Domenica, 26 Agosto 2018 - Ultima modifica: Giovedì, 22 Novembre 2018

Gli esercizi extra-alberghieri si distinguono:

  • esercizi di affittacamere
  • bed and breakfast
  • case e appartamenti per vacanze
  • ostelli per la gioventù
  • case per ferie
  • alberghi diffusi
  • alloggi per uso turistico

Riferimenti normativi

  • Legge provinciale 14/07/2000 n. 9 “Disciplina dell'esercizio dell'attività di somministrazione di alimenti e bevande e dell'attività alberghiera, nonché modifica all'art. 74 della L.P. 29 Aprile 1983, n. 12 in materia di personale ”.
  • Legge provinciale 15/05/2002 n. 7 “Disciplina degli esercizi alberghieri ed extra-alberghieri e promozione della qualità della ricettività turistica ”.
  • Regolamento di esecuzione della legge provinciale 15 maggio 2002 , n. 7 DPP 25 settembre 2003 n. 28-149/Leg.
  • Regolamento Edilizio comunale.

Sono esercizi di affittacamere gli esercizi ricettivi dotati di non più di venticinque camere destinate agli ospiti, anche disposte in più appartamenti di uno stesso edificio o di edifici diversi, comunque direttamente collegati fra loro, nei quali si fornisce servizio di alloggio, nonché eventuali servizi di somministrazione di alimenti e bevande, ad esclusione di quelle superalcoliche, ed altri servizi accessori.

Si definisce "bed and breakfast" l'ospitalità turistica offerta con carattere saltuario da coloro che, avvalendosi della sola organizzazione familiare, utilizzano parte dell'edificio in cui risiedono, fino ad un massimo di quattro camere, fornendo servizio di alloggio e di prima colazione.

Sono case e appartamenti per vacanze gli immobili gestiti esclusivamente in forma imprenditoriale, arredati e dotati di angolo cottura o servizio autonomo di cucina, dati in locazione ai turisti senza offerta di servizi centralizzati, nel corso di una o più stagioni.

Gli ostelli per la gioventù sono esercizi ricettivi attrezzati per ospitare, per periodi limitati, i giovani turisti e i loro accompagnatori.

Le case per ferie sono esercizi ricettivi attrezzati per ospitare temporaneamente persone o gruppi e gestiti, in via diretta o indiretta, senza fine di lucro.

Sono alberghi diffusi gli esercizi ricettivi a gestione unitaria, dotati di almeno sette unità abitative, dislocate in edifici diversi, integrate tra loro da servizi centralizzati e organizzate attraverso la valorizzazione di più immobili esistenti.

L'offerta turistica del Trentino è caratterizzata da una diffusa disponibilità di alloggi (case e appartamenti) di privati a scopo turistico. La legge provinciale in tema di ricettività turistica prevede la necessità di realizzare una base dati, sistematica e completa, dedicata a questo specifico comparto dell'ospitalità, anche al fine di consentire l'attivazione di coerenti politiche di supporto al comparto ed ai relativi servizi locali.

Ai sensi dell'articolo 37 bis della legge è tenuto alla comunicazione prevista per gli alloggi per uso turistico chiunque offra in locazione ai turisti case o appartamenti di cui ha la disponibilità a qualsiasi titolo.